La Corte di Giustizia chiarisce quando il bagaglio personale sconta l’Iva

La destinazione estera dei beni trasportati in un bagaglio personale, anche nel caso in cui non siano espletate procedure doganali, esclude l’imponibilità Iva.

Questo il principio enunciato dalla Corte di giustizia Ue il 17 dicembre 2020 nell’articolata sentenza Bakati Plus (C-656/19).

Secondo i giudici europei, la non imponibilità Iva prevista per i beni trasportati al di fuori del territorio unionale da un privato (non stabilito nell’Unione europea) non è riconosciuta se egli trasporta tali beni con sé a fini commerciali, ossia per rivenderli extra Ue. Tuttavia, se le condizioni per fruire di tale esenzione non sono soddisfatte ma i beni sono stati effettivamente trasportati al di fuori dell’Unione, le amministrazioni tributarie nazionali devono verificare se risulta applicabile la non imponibilità prevista per le “cessioni all’esportazione”. Ciò anche se le formalità doganali non sono state espletate e nonostante il fatto che, al momento dell’acquisto, l’acquirente non intendesse veder applicata tale seconda tipologia di esenzione Iva.

Se il privato ha utilizzato in mala fede il modulo per avvalersi dell’esenzione Iva per il proprio bagaglio personale, l’applicazione della non imponibilità Iva, prevista per le cessioni all’esportazione, non può, comunque, essere automaticamente negata dalle amministrazioni fiscali nazionali, almeno laddove venga accertato che i beni interessati hanno realmente lasciato il territorio dell’Unione europea.

La Corte di Giustizia, tuttavia, non ha escluso che tale comportamento possa, in forza del diritto nazionale, essere soggetto a sanzioni amministrative proporzionate.

La non imponibilità Iva prevista per le cessioni all’esportazione, inoltre, può essere negata qualora venga accertato che il soggetto passivo sapeva, o avrebbe dovuto sapere, che l’operazione in questione rientrava nell’ambito di una frode.

I Giudici unionali hanno, infine, precisato la definizione di “beni destinati a essere trasportati nel bagaglio personale dei viaggiatori”: trattasi di merci, generalmente di piccole dimensioni o movimentate in piccole quantità, che una persona fisica trasporta con sé durante un viaggio e di cui ha bisogno nel corso di tale spostamento o che sono finalizzate all’uso privato suo o a quello della sua famiglia.

Stefano Comisi

Gennaio 2021

Related Posts

© 2016 Studio Armella - All rights reserved.