La Brexit e l’Accordo in 124 slides, a cura dall’avv. Sara Armella

La nuova disciplina degli scambi con il Regno Unito, le novità per le esportazioni dei beni dall’Italia, i principali elementi che devono essere individuati per le dichiarazioni doganali: classifica, origine e valore della merce. Le regole per la determinazione dell’origine preferenziale dei prodotti, necessarie per fruire del dazio zero negli scambi tra UE e UK, le prove dell’origine previste dal nuovo Accordo di libero scambio.

Sono gli argomenti trattati in una dispensa di 124 slides, curate dall’avvocato Sara Armella,

aggiornate alle novità introdotte dal nuovo Trade and Cooperation Agreement, in vigore dal 1° gennaio 2021.

Tra i temi affrontati, anche le nuove procedure di importazione previste dal Governo britannico, le numerose semplificazioni introdotte dall’Agenzia delle dogane italiana, il codice identificativo EORI per chi intende importare o esportare merci dal Regno Unito, nonché gli effetti della Brexit sui contratti di fornitura in corso e le conseguenze per il venditore e per il compratore nelle varie clausole Incoterms®.

Vengono analizzati, infine, gli scambi con l’Irlanda del Nord e le nuove attestazioni di conformità con il marchio UKCA, che sostituisce la marcatura CE.

Per chi interessato, la dispensa è consultabile al seguente LINK

Armella & Associati

Gennaio 2021

Related Posts

© 2016 Studio Armella - All rights reserved.