ITV: dal 1° ottobre istanze solo telematiche

Con la nota 27 settembre 2019, n. 139382, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha informato che, dal 1° ottobre 2019, la gestione delle Informazioni tariffarie vincolanti (Itv) e delle autorizzazioni per l’ottenimento dello status di Operatore Economico Autorizzato (Aeo), deve essere effettuata in modalità telematica.

La novità più significativa è rappresentata dal fatto che sono ora i portali della Commissione europea a gestire in maniera centralizzata le domande presentate. Si tratta di una tappa di avvicinamento alla gestione, da parte dell’Unione europea, di una serie di funzionalità che daranno modo di evitare disallineamenti tra gli Stati membri nell’applicazione della normativa doganale e di approdare allo sdoganamento centralizzato, che consentirà di presentare, presso l’ufficio doganale ove ha sede l’impresa, anche le dichiarazioni doganali di merci presentate in un altro Paese UE.

Tra gli obiettivi del nuovo codice doganale, in vigore dal 1° maggio 2016, vi è il superamento del fenomeno dell’“Itv shopping”, che di fatto consentiva che prodotti uguali ricevessero classificazioni doganali diverse. Ciò era possibile attraverso una programmata individuazione delle autorità doganali meno rigorose nel rilascio di Itv favorevoli, complice anche l’assenza di un portale unico e uno scarso livello di verifica successiva sulla coerenza delle Itv rilasciate dai singoli Stati.

Con il Cdu, la decisione è oggi legalmente vincolante soltanto se rilasciata nel quadro del sistema unionale della banca dati EBTI, che raccoglie tutte le Itv emesse dalle Autorità doganali dei Paesi membri. In tale quadro si inserisce il Portale telematico dedicato, in utilizzo dal 1° ottobre scorso, il quale consentirà un più puntuale monitoraggio delle Itv richieste e rilasciate, evitando contraddizioni tra le decisioni.

Sara Armella

Related Posts

© 2016 Studio Armella - All rights reserved.